BENVENUTI SU STATI UNITI D'ITALIA

Questa è la nostra visione del futuro. Tu che visione hai per il futuro del nostro Paese?

PRIORITARIA LA DIFESA DEL MADE IN ITALY

Abbiamo già trattato questo importante argomento, ma riteniamo che sia giusto ribadire determinati concetti, vista anche la stringente attualità della questione. E’ chiaro e notorio che l’Italia sia un Paese in cui abbondano, ad esempio, le eccellenze enogastronomiche, universalmente apprezzate. Proprio la bontà dei prodotti, suscita, inevitabilmente una sorta d’invidia da parte delle altre nazioni, alcune delle quali cercano di copiare, tra l’altro malamente, quanto produciamo, storpiandone il nome per poter mettere in commercio qualcosa che è solo un lontano parente del prodotto originale. In tutto ciò, è doveroso che l’Europa non permetta tale scempio, impedendo il commercio di cose che non hanno minimamente il timbro e la qualità dell’originale. Dobbiamo, quindi, difendere strenuamente il made in Italy perchè l’impegno e la professionalità dei nostri qualificati produttori non venga, dunque, vanificata da imitazioni che ci danneggiano enormemente. Bene ha fatto, quindi, ad esempio il Sottosegretario all’Agricoltura, Centinaio, a porre in evidenza, anche recentemente, in maniera netta tale problematica che è, purtroppo, particolarmente diffusa. Non bisogna minimamente abbassare la guardia, perchè i tentativi di emulazione commerciale sono molto numerosi e contemporaneamente poco controllabili. Le autorità competenti devono pertanto vigilare con la massima attenzione per scongiurare questa ignobile pratica della falsificazione che, alla fine, sminuisce grandemente il valore intrinseco di quanto viene prodotto in Italia. Siamo al top in tanti settori e vogliamo, quindi, rimanerci; ogni Stato dovrebbe, infatti, puntare a valorizzare le proprie peculiarità e non mirare a sfruttare prodotti altrui per fini commerciali che riteniamo inaccettabili. Stop, quindi, ad ogni indebita forma di manipolazione che possa arrecare danno all’immagine del nostro beneamato Paese.

Manuel Vescovi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *