BENVENUTI SU STATI UNITI D'ITALIA

Questa è la nostra visione del futuro. Tu che visione hai per il futuro del nostro Paese?

Covid-19: il disperato SOS delle guide turistiche.

Fra i tanti settori pesantemente colpiti dalla pandemia, troviamo sicuramente quello delle guide turistiche. Infatti, purtroppo, visto che il Coronavirus ha ridotto drasticamente gli spostamenti dall’estero verso il nostro Paese, chi si occupa d’illustrare le tante bellezze artistiche del nostro Paese, sta vivendo, da mesi, una profonda e gravee crisi.

Recentemente, alcuni rappresentanti di questa vasta categoria professionale, hanno evidenziato come dallo Stato ed anche, ad esempio, dalla Regione Toscana, non siano arrivati aiuti sostanziosi, tali da poter realmente sostenere questi operatori. Se il turismo si ferma, è chiaro, come detto, che queste persone non possono guadagnare e quindi sono pressochè prive di sostentamento, dovendosi però sobbarcare le normail e periodiche incombenze, anche fiscali. Occorre, quindi, che si rifletta attentamente e velocemente sulle problematiche di questi professionisti che rischiano seriamente di non poter più reggere l’urto devastante di altri lunghi mesi senza lavoro. Il settore turistico, assolutamente rilevante per moltissime zone italiane, dovrebbe essere quindi sostenuto nella sua interezza e le guide sono parte integrante e fondamentale di questo vitale comparto. Purtroppo, i ripetuti appelli e le varie mobilitazioni di piazza, hanno fin qui sortito effetti minimali e le Istituzioni nazionali e locali non possono continuare a far finta di niente, abbandonando migliaia di nostri connazionali ad un destino lavorativo sicuramente drammatico. Non sono più sufficienti le vacue parole e promesse poi, puntualmente, non mantenute; è necessario agire, con finanziamenti mirati che possano davvero essere di sostegno a tutti coloro i quali svolgono questa attività professionale. Sarebbe indegno, infatti, se in qualche modo si facessero delle indebite “selezioni”, favorendo solamente una minima parte degli operatori. Purtroppo, l’attuale recrudescenza del Covid-19, pare allontanare, infatti, sempre più il ritorno ad una certa normalità anche per quanto riguarda gli spostamenti verso l’Italia e la possibilità, dunque, di programmare viaggi culturali. E’ giusto ed urgente, pertanto, raccogliere il reiterato grido d’allarme delle guide turistiche, molte delle quali, ormai, sono davvero al limite della sussistenza, non avendo più, da tempo, di che vivere. Ci vogliono, quindi, azioni concrete e continuative a loro favore e non solo inconcludenti dichiarazioni d’intenti.

Manuel Vescovi