BENVENUTI SU STATI UNITI D'ITALIA

Questa è la nostra visione del futuro. Tu che visione hai per il futuro del nostro Paese?

PANDEMIA: PIU’ CHE CHIUDERE GLI ESERCIZI COMMERCIALI SANZIONIAMO CHI NON INDOSSA LA MASCHERINA

Sinceramente, anche se possiamo sbagliarci, non pensiamo che le ultime misure adotatte col recente Dpcm, possano veramente abbassare significativamente il numero dei contagiati. A nostro avviso, bisognerebbe essere, invece, più rigidi con chi continua a non indossare regolarmente la mascherina.

Girando per le città, si notano, tuttora, infatti, diverse persone che, tranquillamente, non hanno il classico Dpi e restano peraltro impunite. Una sanzione pecuniaria è stata, da tempo, stabilita per i trasgressori, ma non ci risulta che venga applicata in modo costante. Pensiamo che se coloro i quali se ne infischiano delle regole, dovessero mettere mano al portafoglio, sborsando qualche centinaia di euro, forse, ci penserebbero ad infrangere nuovamente una norma di assoluto buonsenso. Ecco, a nostro avviso, occorrerebbero, dunque, più assidui controlli sul territorio e meno benevolenza da parte di chi è addetto a far rispettare quanto previsto. Sono sicuro che, giovani e meno giovani, sarebbero meno inclini a non servirsi della mascherina anche quando fanno una semplice passeggiata, qualora venissero adeguatamente multati e non solo invitati ad indossarla; siamo pressochè certi, infatti, che, una volta allontanatisi dalle Forze di Polizia, tornerebbero, colpevolmente, a non usarla. La mascherina è uno dei pochissimi mezzi che abbiamo a disposizione per fronteggiare il Covid-19, ma tuttora alcuni si ostinano a minimizzare il suo valore. Oltre ad indossarla con continuità, bisognerebbe, poi, pure cambiarla dopo un certo periodo d’uso; abbiamo, ad esempio, incontrato sui mezzi pubblici dei viaggiatori che, probabilmente, non la sostituivano, ahinoi, da diversi giorni. Insomma, lo ribadiamo, non è facendo abbassare le serrande di bar e ristoranti alle ore 18.00 che si limita in modo sostanzioso il circolare del virus; bisognerebbe avere la volontà, lo sottolineiamo ancora una volta, di far rispettare appieno le normative, ancor di più quando queste prevedono delle pene pecuniarie. Il buonismo nei confronti degli altri, in questi casi, può essere fortemente deleterio e va sicuramente avversato. Trovarsi a dover spendere fino a mille euro per non aver indossato una mascherina che, tra l’altro, difende noi ed il prossimo dal Coronavirus, è davvero una cosa su cui bisognerebbe riflettere attentamente. Chiediamo ai trasgressori: ma siete sicuri che “il “gioco” valga davvero la candela?”


Maurizio Filippini