BENVENUTI SU STATI UNITI D'ITALIA

Questa è la nostra visione del futuro. Tu che visione hai per il futuro del nostro Paese?

DISABILITA’: FAVORIRE UN TURISMO ACCESSIBILE. FONDAMENTALI LE PASSERELLE NEGLI ARENILI

In estate, molte persone si recano giustamente in vacanza e tantissime scelgono località marine. Purtroppo, però, per chi è disabile non è sempre così agevole raggiungere adeguatamente gli arenili. Ecco, dunque, che ci ha particolarmente colpito un’iniziativa portata avanti a Pisa da Alessandro Bargagna, Consigliere comunale della Lega, poi ripresa da Elena Meini, Consigliere regionale anch’essa della Lega che ha prodotto un atto, poi approvato dall’Aula. In pratica, si chiede alla Giunta toscana di rafforzare le azioni finalizzate ad assicurare alle persone con disabilità le totale fruizione dell’offerta turistica, puntando anche a trovare specifiche forme d’incentivazione, in stretta sinergia con le varie amministrazioni comunali costiere, affinchè gi stabilimenti balneari siano validamente attrezzati per favorire un facile avvicinamento alle spiagge, tramite apposite passerelle, dando quindi sostanza e forma concreta al cosiddetto “turismo accessibile” progetto portato avanti dal Ministero competente, retto da Erika Stefani. Il tema è fondamentale e ci auguriamo che tale progetto possa effettivamente decollare in tutta Italia per agevolare la massima autonomia, anche in vacanza, per i cittadini disabili. Da qui l’importanza di avere un Ministero a loro espressamente dedicato, che possa recepire quotidianamente le varie problematiche che giungono dai territori. Purtroppo, troppe volte, chi è colpito da disabilità, ha problemi a spostarsi in treno o in autobus e d’estate rischia di non potersi godere la possibilità di trascorrere un periodo di vacanza, oppure anche un solo giorno nelle nostre incantevoli spiagge. Ben vengano, quindi, proposte sensate come quella appena narrata. Ora, come in tutte le cose, bisogna però impegnarsi perchè dalle idee si passi alla loro concreta realizzazione. In questo, ovviamente, un ruolo primario devono svolgerlo i vari Comuni interessati che devono trovare una sinergia vincente col privato per attrezzare gli arenili in modo funzionale. Confidiamo che già questa estate si possano, dunque, fare passi avanti sull’importante tematica e seguiremo con particolare attenzione l’evolversi della questione, pronti anche ad indicare tempestivamente su questa testata, i luoghi che si saranno dotati di queste specifiche passerelle. Ricordiamo, inoltre, che è previsto pure un contributo statale di 30 milioni di euro, stanziati grazie al supporto del Ministero del Turismo.

Maurizio Filippini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *