BENVENUTI SU STATI UNITI D'ITALIA

Questa è la nostra visione del futuro. Tu che visione hai per il futuro del nostro Paese?

SIAMO IN PIENA CRISI CLIMATICA. CI SALVERANNO I GIOVANI?

Siamo in piena crisi climatica. Lo sapevamo già. Peccato, però, che nulla stiamo facendo per salvare il nostro pianeta. O forse, non basta. I segnali che ci arrivano dal mondo sono allarmanti. Non ultimo, il ghiacciaio himalaiano collassato qualche settimana fa, spazzando via una diga indiana.

Gli ultimi dati ci dicono che il 2020 è stato l’anno più caldo mai registrato nella storia. Una storia, scusate la ripetizione, che in effetti si ripete. Perché numeri simili li avevamo già avuti qualche anno fa, nel 2016. Basti pensare che le temperature sono state di 0,6 gradi centrigradi superiori alla media del trentennio 1980-2010 e di ben 1,25 gradi sopra la media del periodo preindustriale. Nonostante i lunghi mesi del lockdown, le temperature, dunque, hanno registrato un aumento. Colpa delle attività umane che, in questo modo, stanno incidendo negativamente sul clima e di conseguenza sull’aspetto della Terra.

L’allarme è stato lanciato, di recente, anche dalla rivista medica The Lancet, che ha richiamato gli stati membri delle Nazioni Unite affinché possano dare una risposta rapida. Alla luce, poi, dell’accordo sul clima di Parigi firmato sei anni fa. Accordo da cui, probabilmente, ci si sarebbe aspettato molto di più. E invece ci ritroviamo con un aumento attuale della temperatura media globale (continuano ad aumentare costantemente le emissioni di anidride carbonica), a fronte di impegni da parte delle nazioni che non sembrano essere stati rispettati.

L’altro dato preoccupante è quello che riguarda l’aumento dell’uso del carbone (specie negli ultimi anni) che si è riversato negativamente sulla salute. Ogni anno, infatti, più di un milione di decessi si verificano a causa dall’inquinamento provocato proprio dall’energia a carbone.
E il nostro pianeta ne risente allo stesso modo. Pensate che in 24 anni, dal 1994 al 2017 si sono perse 28 mila miliardi di tonnellate di ghiaccio. Secondo gli esperti, si è sciolta una superficie pari come estensione a quella dell’Italia.

Chi ci salverà da questa crisi ambientale? Il prossimo novembre dovrebbe tenersi la conferenza dell’ONU sul clima, rimandata a causa dell’emergenza covid-19. Ma sempre a fine anno 2021 si svolgerà a Milano il primo incontro riservato ai giovani di tutto il mondo: “Youth4Climate: Driving Ambition”. In effetti, negli ultimi anni i più giovani hanno combattuto in prima linea nella battaglia contro il riscaldamento globale e a sostegno della sostenibilità ambientale. In questa occasione, i giovani delegati saranno impegnati in una tre giorni che li vedrà coinvolti in gruppi di lavoro tematici e in un confronto diretto con i ministri partecipanti alla Conferenza preparatoria che condurrà poi alla Conferenza delle Parti di Glasgow. Insomma, se i ragazzi sono il futuro è giusto che le scelte che riguardano il domani siano condivise anche da loro. Ci salveranno i giovani?

Irma Annaloro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *