BENVENUTI SU STATI UNITI D'ITALIA

Un'Italia Presidenziale, Federale, Meritocratica: sono 3 degli 8 punti con cui vogliamo ridare grandezza al nostro Paese…Unisciti a noi!

Il crowdfunding e la sua diffusione

Il crowdfunding e la sua diffusione

Il crowdfunding è un canale di finanziamento alternativo rispetto a quelli tradizionali rappresentati dalle banche o dagli altri intermediari finanziari. Con il crowdfunding, infatti, il finanziamento di un progetto dipende dalla capacità dei proponenti di convincere un numero sufficiente di investitori a rischiare i propri fondi nel sostegno diretto dell’iniziativa. Il sistema si avvale del web, luogo virtuale in cui le idee scorrono veloci e l’informazione veicola in tempi rapidi. Oggi, il crowdfunding rappresenta un valido strumento a supporto di start up e PMI, e può definirsi la raccolta fondi del nuovo millennio.

Ne esistono di diversi tipi: “lending-based crowdfunding” che prevede il prestito di denaro ai promotori di un progetto attraverso la sottoscrizione di un “contratto di mutuo”; “equity crowdfunding” che consente ai promotori di raccogliere capitale di rischio; “donation crowdfunding” che prevede, da parte dell’investitore/finanziatore, la donazione di piccoli importi, senza ricevere alcun compenso, per contribuire al finanziamento di progetti culturali o sociali; “reward crowdfunding” che, invece, prevede una ricompensa/premio per l’investitore commisurata al contributo. In Italia, nemmeno la pandemia ha fermato il mercato del crowdfunding che, anzi, è ancora più diffuso. Nel 2020, infatti, il “volume d’affari” del crowdfunding su piattaforme italiane ha avuto un ottimo slancio. La crescita media è stata del 70% in un solo anno. In Italia ci sono diversi portali che si occupano della raccolta di fondi. Attualmente, nel nostro Paese, sono censite 82 piattaforme, di cui 69 già attive.

Sonia Pira

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *